TRASLOCO IN CONDOMINIO? COSA DEVI COMUNICARE?

Traslocare è un operazione difficile e fastidiosa, sia per coloro che devono cambiare casa, ma soprattutto per chi indirettamente subisce il trasloco, cioè tutte le famiglie che abitano nel tuo condominio e che quindi in un modo o nell’altro si troveranno ad dover far fronte ai disagi che ciò implicherà. Occorre comportarsi in modo tale da non arrecare alcun fastidio ai vicini e dar loro un preventivo avviso, per ragioni di rispetto. Quindi se abiti in un condominio oltre allo stress del trasloco, è giusto avvisare i condomini del tuo palazzo comunicando ciò che avverrà. È fondamentale realizzare dei cartelli con tutte le informazioni utili da affiggere nel palazzo. È necessario comunicare con un linguaggio chiaro e semplice, inoltre il messaggio dovrà essere esaustivo per permettere a tutti di comprendere alla prima lettura. Questi cartelli ti permetteranno di utilizzare liberamente e senza problemi gli spazi e le aree comuni. Per comunicare in maniera corretta a tutti i condomini e non avere problemi, sarà importante avvisare l’amministratore di condominio, che potrà fornirti preziose informazioni, infatti sarà suo compito dirti se ci sono dei regolamenti riguardanti gli orari specifici in cui si devono evitare rumori, oltre alle regole consone ed eventuali altre esigenze dedicati agli spazi comuni. Ci sono delle regole da rispettare che escluse specifiche indicazioni interne inerenti il palazzo, sono gli orari. In linea di massima gli orari più consoni per effettuare il trasloco con la possibilità di creare rumori fastidiosi sono dalle 08.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00 con l’accortezza di chiedere sempre conferma al proprio amministratore. In ogni caso, se il tuo trasloco sarà effettuato da una ditta specializzata, il disagio per tutti sarà minimo, poiché si tratterà di professionisti del settore che già sapranno come gestire le differenti situazioni creando pochi rumori e fastidi e gestendo il tutto in maniera perfetta. Le informazioni da inserire nei cartelli dovranno essere solo le informazioni necessarie, quindi occorrerà segnalare:

  • le date e gli orari in cui sarà effettuato il trasloco,
  • una frase in cui si richiede cortesemente la collaborazione di tutti per agevolare il passaggio e lasciare libere le aree di sosta e ci si scusa per il fastidio, inoltre si ringrazia per la pazienza,
  • anche se non è obbligatorio, sarebbe giusto comunicare anche il nome della famiglia coinvolta.

Gli avvisi dovranno essere disposti in punti strategici della palazzina: uno di questi potrebbe sicuramente essere l’ingresso, magari nella bacheca dedicata alle comunicazioni, un altro davanti alla propria abitazione e uno per ogni piano oppure sulla porta dell’ascensore, in modo da evitare che qualcuno non lo veda. In alcune occasioni potrebbe essere richiesta un’altra cortesia ai condomini del palazzo, cioè quella di lasciar libere le aree di sosta per permettere ai mezzi utilizzati per il trasloco di poter parcheggiare e fermarsi sul posto senza creare intralci e fastidio. Nelle aree dedicate ai parcheggi condominiali è consigliabile, affiggere dei cartelli di divieto di sosta per trasloco così da riservare alcune postazioni che permettono ai camion e ai furgoni di posteggiarsi e muoversi senza nessun problema.
Scegliere la ditta giusta, confrontarti con loro e chiedere un preventivo personalizzato in base alle tue esigenze potrebbe essere la soluzione migliore per il tuo trasloco. Ecco perché ti conviene scegliere con cura ed anticipatamente a chi ti affidi in queste situazioni. Spesso, come nel nostro caso, siamo noi azienda a realizzare questi cartelli, che vengono consegnati dai nostri dipendenti nel momento in cui forniamo il materiale necessario per il trasloco a voi clienti oppure siamo direttamente noi ad affiggerli alcuni giorni prima del trasloco!

trasloco condominio, TRASLOCO IN CONDOMINIO? COSA DEVI COMUNICARE?

Open chat
Contattaci
Ciao, come possiamo aiutarti?